LA FITOTERAPIA

 

 

La fitoterapia è un metodo terapeutico che cura le malattie utilizzando gli estratti naturali di piante fresche o essicate.
Curarsi con le erbe significa seguire una metodologia ben definita, seguendo la prescrizione del medico e in collaborazione con lo specialista.

 
 
 

 

LE PIANTE MEDICINALI
SONO PERICOLOSE ?

 
     
 

È inutile negarlo, ma la pianta medicinale mantiene sempre un certo mistero, ed è la ragione per la quale molte persone sono in dubbio sulla sua effettiva pericolosità.
Possiamo suddividere le piante medicinali in due grandi categorie: quelle tossiche e quelle non tossiche.

Le piante tossiche sono, evidentemente, tutte piante pericolose da escludere da un uso personale.
Le piante  medicinali non pericolose: dal loro nome se ne deduce l'uso ma, pur non essendo pericolose, devono essere usate con giudizio e solo in caso di bisogno, per un tempo ben determinato.
Di questa categoria fanno parte anche le piante aromatiche e da cucina, che posseggono pure delle proprietà medicinali. Per questa ragione, anche l'uso culinario deve essere misurato quanto basta per soddisfare il palato.

 
 
   





COMPONENTI CHIMICI
DERIVANTI DALLE PIANTE

     
 

ALCALOIDI
La corteccia di molte specie di Cinchona, alberi delle Ande appartenenti alla famiglia delle Rubiacee, contiene, ad esempio, 25 alcaloidi con proprietà febbrifughe, sono state usate per molti anni per curare la malaria, specialmente il chinino.

ANTIBIOTICI
Sono composti chimicamente complessi. La prima scoperta fu la penicillina. Viene prodotta dal Penicillum notatum e P. chrysogenum (non è un prodotto puro, ma un miscuglio di diversi componenti).

STEROIDI
Si trovano in piante e animali, ma si producono anche sinteticamente. Sono strutture complesse ma tutte con una catena molecolare a quattro idrocarburi: peridrociclopenta penantrene.

GLUCOSIDI
Le digitali - Digitalis purpurea e lanata - devono le loro proprietà cardiotoniche a molti glucosidi: prima fra tutti la digitossina che aumenta il tono del muscolo cardiaco, la digossina, ecc. Sono composti da dosare con particolare attenzione in quanto tossici per l'organismo.

 
     


 

 

(Foto Trucco Luigi - 2009)

 

 

COME SI PREPARA UNA TIDSANA ?

 

 

I principi attivi si trovano generalmente in organi specifici della pianta ma in altri casi in tutta la pianta. Per poter usufruire delle loro proprietà, è necessario estrarli: le tisane utilizzano a tale scopo l'effetto solvente dell'acqua (a freddo o a caldo).
Per preparare una tisana si possono utilizzare tre procedimenti: infusione, macerazione e decozione.
Le sostanze attive vengono così estratte con un metodo adattato alle caratteristiche e alla parte della pianta presa in considerazione. Ad esempio, le piante aromatiche non vanno bollite; così pure per i fiori. Mentre per le parti dure (radici, corteccia) si utilizza il procedimento della macerazione.

L'INFUSO

 

È una preparazione che si adatta bene all'utilizzo di fiori e foglie.
In un recipiente (vetro) vengono poste le droghe su cui viene versata l'acqua bollente: si lascia riposare (come per un tè) per circa 5-10 minuti, quindi si filtra. Come dolcificante si può usare del miele.

 

IL DECOTTO

 

Le droghe e l'acqua vengono poste in un recipiente con coperchio ed il tutto viene portato ad ebollizione (il tempo di ebollizione varia a seconda che si tratti di cortecce, foglie o la pianta intera, da 5 a 10-20 minuti), quindi si lascia riposare a fuoco spento per altri 10 minuti. Si filtra prima di consumare.

 

IL MACERATO

 

Questo tipo di procedimento richiede un tempo di preparazione generalmente lungo. Le droghe, infatti, vanno lasciate riposare in acqua fredda per un tempo che può variare da 1 giorno a più settimane a seconda del tipo di droga utilizzato. Seguirà una filtrazione accurata. Come solventi (a freddo) vengono usati acqua, vino, olio, alcool.

 
 
 


 

  Alcune delle nostre tisane preparate al momento :  
     
 

Contro l'acidità di stomaco

Contro l'aerofagia

Contro l'anoressia

Anticistite

Per favorire la digestione

Contro insonnia e nervosismo

Per diminuire il colesterolo

Diuretica

Antiipertensiva

Antiipotensiva

Lassativa

Contro la tosse bronchiale

Contro l'artrosi

Contro la gotta

Contro la stanchezza

Anticolite spastica

 
     

     
 

L’Erbolario nasce a Lodi, nel 1978, come Premiata Erboristeria Artigiana. Qui, nel retro del piccolo negozio di corso Archinti, Franco Bergamaschi e la moglie Daniela Villa danno vita ai loro primi cosmetici, attingendo a vecchi e collaudati ricettari di famiglia: acque aromatiche, oli da bagno e lozioni contraddistinti tutti dalla derivazione squisitamente vegetale dei loro ingredienti, da profumazioni delicate, per nulla artefatte, e da confezioni dalla grafica pulita e accattivante.

 



 


 


 

       


   Fa parte del nostro assortimento la gamma dei prodotti Vogel

 

 

 

 
       
       

       
 

 

Tisane in bustine, pronte all'uso, della gamma




 
      Vie respiratorie - bronchi - bocca faringe
 
      Apparato digerente - stomaco - intestino
 
      Vescica - vie urinarie - reni - bilancio idrico
   
      Circolazione cardiovascolare - psiche - sonno- sistema nervoso
   centrale
 
 

         

      

 


 Alcune piante medicinali      
       

Aloe
Aloe vera



 

Proprietà disintossicanti, depurative, antinfiammatorie
 

 

Anice
Pimpinella anisum

Proprietà carminative, antispasmodiche, balsamiche
 
 

Arnica
Arnica montana

Proprietà antinfiammatorie, analgesiche, antinevralgiche
 
 

Cola, Kola
Cola nitida

Proprietà aromatizzanti, stimolanti, tonificanti, energetiche
 
 

 

Valeriana
Valeriana officinalis



 
Proprietà antispasmodiche, sedative, antinevralgiche
 
 

Boldo
Peumus boldo

Proprietà diuretiche, epatoprotettrici, coleretiche
 
 

Verbena
Verbena officinalis

Proprietà tranquillanti, antinfiammatorie, antispasmodiche
 
 

Ginkgo
Ginkgo biloba

Proprietà antinfiammatorie, antiallergiche, antiossidanti
 
 

 

Sambuco
Sambucus nigra

Proprietà emollienti, sudorifere, diuretiche, lassative
 
 

Tarassaco (dente di leone)
Taraxacum officinalis

Proprietà amaro-toniche,
digestive, colagoghe
 
 

Malva
Malva sylvestris

 

 
Proprietà emollienti, bechiche, antinfiammatorie, vulnerarie
 
 

Menta
Menta piperita

Proprietà dissetanti, digestive, antispasmodiche
 
 

 

Timo
Thymus vulgaris

 

 
Proprietà aromatiche, digestive, depurative, balsamiche
 
 

Camomilla
Matricaria chamomilla

Proprietà aromatiche, antispasmodiche, lenitive
 
 

Digitale
Digitalis purpurea

 

 
Trattamento scompensi cardiaci, aritmie, fibrillazione atriale
  
 

Equiseto
Equisetum arvense

Proprietà diuretiche, antibatteriche, antinfiammatorie,